Liquid staking vs. Staking tradizionale: quali sono le differenze e come funzionano?

Partecipare allo staking e al liquid staking sono entrambi approcci popolari per gli investitori di criptovalute desiderosi di guadagnare ricompense. Vediamo ora le differenze tra i due metodi.

Jan 29, 2024
|

Staking Liquid Staking 2

Punti chiave

  • Lo staking e il liquid staking sono due approcci differenti che consentono agli investitori di criptovalute di guadagnare ricompense.
  • Lo staking consiste nel bloccare le criptovalute per proteggere e convalidare le transazioni della blockchain.
  • Il liquid staking aumenta la flessibilità emettendo token sintetici a fronte di asset in stake.
  • A differenza del tradizionale staking, gli utenti possono ancora scambiare e utilizzare gli asset in stake in progetti della finanza decentralizzata (DeFi).
  • I vantaggi del liquid staking includono una maggiore flessibilità e una riduzione del costo opportunità.
  • Crypto.com offre il liquid staking per Ethereum, consentendo agli utenti di generare ricompense e mantenere la flessibilità degli asset.

Staking vs. Liquid staking

Lo staking è diventato uno strumento fondamentale per gli investitori di criptovalute per guadagnare potenzialmente interessi e ricompense sui loro token, mentre il liquid staking ha fatto la sua comparsa di recente. Lo staking consente agli utenti di bloccare i propri token in una blockchain per stabilizzare i processi di convalida, il che è stato parte dell’entusiasmo con cui gli utenti hanno anticipato The Merge di Ethereum. Il liquid staking, invece, fornisce una funzione che consente agli utenti di utilizzare i token bloccati in progetti della DeFi.

Continua a leggere per saperne di più sui pro e i contro di entrambe le soluzioni e sulle complessità dello staking tradizionale e liquid staking.

Cos’è lo staking?

Lo staking è uno strumento che consente agli utenti di ricevere ricompense dalle loro criptovalute. Le ricompense sono rendimenti o interessi di staking.

Il rendimento è un concetto che esiste nella finanza tradizionale, anche se la meccanica di come viene guadagnato in criptovaluta può essere completamente diversa. Per esempio, una forma di rendimento nella finanza tradizionale è quella che si ha quando si deposita il proprio denaro su un conto di risparmio bancario per guadagnare interessi.

Gli asset finanziari tradizionali che forniscono un rendimento possono essere le obbligazioni che pagano una cedola regolare o le azioni che pagano un dividendo. In un certo senso, il reddito da locazione che si ottiene affittando immobili può essere descritto come una forma di rendimento.

Nel caso del deposito di fondi in un conto di risparmio bancario, la banca è in grado di pagare un rendimento sotto forma di interesse, in genere prendendo il denaro e prestandolo ad altri. Nel caso delle criptovalute, invece, le criptovalute vengono bloccate per partecipare alla gestione della blockchain e mantenerne la sicurezza.

Qui trovi un articolo approfondito sullo staking di criptovalute.

Come funziona lo staking?

Con le blockchain che utilizzano il Proof of Stake (PoS), le transazioni vengono verificate, o convalidate, dai validatori, che devono mettere in staking una quantità di token nativi della blockchain per partecipare al processo di verifica. In cambio di ciò, i validatori vengono tipicamente ricompensati con il token nativo della blockchain. Se i validatori si comportano in modo malevolo o non riescono a convalidare, ad esempio, andando offline, potrebbe essere rimosso una parte del loro staking. I validatori devono possedere hardware e software specifici per partecipare.

Mettendo in staking le loro criptovalute, i validatori sono in grado di contribuire a mantenere sicure le reti PoS e ricevere potenzialmente delle ricompense. Alcune blockchain, come Ethereum, che è recentemente passata al PoS (con l’evento “The Merge”), richiedono ai validatori di mettere in stake una quantità piuttosto elevata di token nativi. Nel caso di Ethereum, l’attuale requisito minimo è di 32 ETH.

Ulteriori informazioni su “The Merge” di Ethereum.

Cos’è il liquid staking?

Con il liquid staking, i token nativi di una blockchain PoS vengono depositati presso i fornitori di servizi di staking e delegati a uno dei tanti validatori che partecipano al protocollo di consenso. Il fornitore di servizi emette quindi una “ricevuta” sotto forma di token sintetico liquido.

Il liquid staking migliora il modello di staking tradizionale consentendo ai possessori di token di generare utilità dai loro asset in staking, permettendo altre operazioni. Nel sistema di staking tradizionale, una volta che i token vengono messi in stake, sono bloccati e non possono essere utilizzati o scambiati fino al termine del periodo di staking. Con il liquid staking, invece, i possessori di token possono continuare a godere del valore dei loro asset, continuando a ricevere potenzialmente ricompense.

L’innovazione del liquid staking apre un mondo di possibilità per gli utenti, consentendo loro di guadagnare ricompense di staking senza rinunciare alla liquidità.

Per saperne di più sul liquid staking, clicca qui.

Il liquid staking è simile al delegated staking?

No, il delegated proof of stake (DPoS) è un meccanismo di consenso correlato ma diverso dal PoS. Nel DPoS, gli utenti della rete partecipano al processo di voto per eleggere i delegati, noti anche come “testimoni” o “produttori di blocchi”, incaricati di convalidare i blocchi. Il numero di delegati è limitato e può variare nel tempo poiché nuovi possono essere eletti al posto di quelli esistenti mediante il processo di voto.

Con il DPoS, gli utenti delle reti possono raggruppare i token in una pool di staking e votare per il nodo delegato che desiderano. Quando si effettua lo staking, gli utenti della rete non hanno bisogno di inviare i loro token a un particolare wallet; al contrario, c’è un meccanismo di staking o un fornitore di servizi attraverso il quale possono operare.

Per saperne di più sul DPoS, consulta questa guida introduttiva.

I pro dello staking

  1. Ci sono diversi modi in cui gli utenti possono partecipare al processo di staking:
  • Diventare un validatore: in genere, questo comporta una quantità di criptovalute necessaria per lo staking (che potrebbe essere considerevole), hardware e software specifici, tempo e conoscenze per eseguire i compiti di convalida.
  • Partecipare a una pool di staking: alcuni validatori gestiscono pool di staking che raggruppano gli stake più piccoli di molti utenti. Questo è anche noto come “liquid staking”, che rappresenta le criptovalute in stake degli utenti con le ricompense che generano. I validatori svolgono tutto il lavoro di convalida delle transazioni e distribuiscono le ricompense agli staker in modo proporzionale, dopo aver dedotto le loro commissioni.
  • Blocco dei token degli exchange: diversi exchange di criptovalute offrono il blocco dei token, consentendo agli utenti di raggruppare i propri token. Gli utenti possono selezionare la criptovaluta e la quantità che desiderano bloccare, determinando così la loro quota di ricompense.
  1. Lo staking contribuisce direttamente a stabilizzare le blockchain PoS, garantendo agli utenti un ruolo attivo nella sicurezza e nella funzionalità della blockchain a cui partecipano.
  1. Infine, le ricompense di staking possono essere molto redditizie. Attualmente Crypto.com offre fino a oltre il 16% di ricompense per alcuni token.

Per saperne di più sullo staking con Crypto.com, clicca qui.

I pro del liquid staking

  1. Il liquid staking offre diversi vantaggi rispetto ai metodi di staking tradizionali. In primo luogo, offre ai trader una maggiore flessibilità. Grazie alla possibilità di utilizzare gli asset in stake per altre attività finanziarie, i possessori di token possono accedere alla liquidità senza dover annullare lo stake dei propri token. La flessibilità consente un’allocazione più efficiente del capitale e la possibilità di godere di una maggiore utilità dagli asset.
  1. In secondo luogo, il liquid staking può ridurre il costo opportunità dello staking. Nel sistema di staking tradizionale, i token sono bloccati per un periodo specifico, impedendo agli utenti di sbloccare i loro asset prima di quel momento. Il liquid staking può eliminare il costo di opportunità, consentendo ai possessori di token di godere del valore dei loro asset, pur continuando a guadagnare delle ricompense. Questa caratteristica può rendere lo staking una strategia più interessante per gli utenti che richiedono flessibilità e accesso alla liquidità.
  1. Infine, il liquid staking può promuovere la crescita e l’adozione delle criptovalute. Fornendo ai possessori di token un meccanismo che consente loro di utilizzare gli asset come collaterale, il liquid staking aumenta l’utilità e il valore delle criptovalute. Questo ulteriore caso d’uso attira più partecipanti all’ecosistema, aumentando la liquidità e contribuendo alla crescita complessiva del mercato delle criptovalute.

Liquid staking con l’App Crypto.com

Crypto.com è uno dei principali Exchange di criptovalute che offre una piattaforma completa di liquid staking. Con Crypto.com, gli utenti possono mettere in staking Ethereum e generare ricompense, mantenendo la flessibilità di utilizzare gli asset in stake.

Crypto.com Staked ETH (CDCETH) è ora disponibile. Gli utenti idonei possono convertire i loro ETH in stake, anche quando sono in periodo di sblocco (unbonding), in CDCETH senza commissioni di conversione. Possono quindi iniziare a utilizzare CDCETH per vari scopi, come il trading di CDCETH con altre criptovalute, il tutto con pochi semplici passaggi.

Il liquid staking è disponibile per gli utenti tramite l’App Crypto.com nella maggior parte delle giurisdizioni (visita le FAQ per i dettagli).

Conclusione: Staking vs. Liquid staking

Lo staking è un metodo ampiamente adottato per guadagnare passivamente ricompense sulle criptovalute detenute. Le modalità di partecipazione allo staking includono la validazione per una blockchain PoS, l’adesione a una pool di staking o l’utilizzo di servizi di blocco forniti dagli exchange di criptovalute. Tuttavia, è importante considerare alcuni rischi e svantaggi, come le penalità per i validatori, le fluttuazioni dei prezzi di mercato che possono influire sul rendimento complessivo, i rischi di sicurezza, le commissioni e il periodo di blocco.

Il liquid staking rappresenta un’innovazione rivoluzionaria nel mondo delle criptovalute. Combinando i vantaggi dello staking con la flessibilità dell’accesso alla liquidità, il liquid staking apre nuove possibilità per i trader. La capacità di sfruttare l’utilità aggiuntiva degli asset in stake offre una maggiore flessibilità e può ridurre i costi di opportunità. Tuttavia, è fondamentale che gli utenti svolgano ricerche approfondite, comprendano i rischi connessi, restando informati sull’evoluzione del panorama normativo.

Svolgi la due diligence e conduci le tue ricerche

Tutti gli esempi menzionati in questo articolo hanno unicamente scopo informativo. Non dovresti interpretare queste informazioni o qualsiasi altra parte del contenuto come consulenza legale, fiscale, finanziaria, di investimento, sulla sicurezza informatica o di qualsiasi altro tipo. Niente di quanto contenuto in questo documento costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un’approvazione o un’offerta da parte di Crypto.com per investire, acquistare o vendere criptovalute, token o altri asset crypto. I rendimenti derivanti dall’acquisto e dalla vendita di criptovalute potrebbero essere soggetti a imposte, tra cui l’imposta sulle plusvalenze, del tuo Paese.

Le prestazioni passate non costituiscono una garanzia né un indicatore delle prestazioni future. Il valore delle criptovalute può aumentare o diminuire, e c’è il rischio di perdere l’intero importo o una parte significativa dell’importo di acquisto. Quando valuti un asset crypto, è fondamentale condurre ricerche approfondite e svolgere la dovuta diligenza al fine di prendere la decisione migliore possibile, poiché ogni acquisto sarà di tua piena responsabilità.

Tag

Earn

staking

Condividi con gli amici

Che aspetti a iniziare la tua avventura crypto?

Ottieni subito la guida dedicata alla configurazione dell'account Crypto.com

Cliccando il pulsante Inizia riconosci di aver letto l'Avviso sulla privacy di Crypto.com dove illustriamo come usiamo e proteggiamo i tuoi dati personali.
Mobile phone screen displaying total balance with Crypto.com App

Common Keywords: 

Ethereum / Dogecoin / Dapp / Tokens