Cos’è la dominance di Bitcoin?

Migliora le tue conoscenze sulle criptovalute con questa guida introduttiva sulla dominance di Bitcoin, come viene misurata e come utilizzarla nel trading.

Feb 13, 2024
|

Btc Dominance F

Punti chiave:

  • La dominance di Bitcoin è il rapporto tra la capitalizzazione di mercato del Bitcoin e la capitalizzazione di mercato complessiva delle criptovalute.
  • È una metrica utilizzata dai trader di criptovalute per comprendere il mercato, individuare tendenze e opportunità di trading, nonché per valutare le dinamiche delle criptovalute alternative dette altcoins.
  • La fluttuazione della dominance di Bitcoin nel tempo può aiutare i trader a decidere come posizionarsi sul mercato.
  • È importante notare che la dominance di Bitcoin sul mercato non rappresenta il suo valore effettivo e non indica necessariamente un ingresso improvviso di denaro nel mercato.
  • L’aumento o la diminuzione della posizione di dominance di Bitcoin non rappresenta necessariamente una situazione positiva o negativa; è semplicemente uno strumento che aiuta i trader a ottenere una migliore comprensione dell’evoluzione del settore delle criptovalute.

Introduzione

In parole semplici, la dominance di Bitcoin è il rapporto tra la capitalizzazione di mercato del Bitcoine la capitalizzazione di mercato complessiva delle criptovalute. Ma per chi è alle prime armi nel mondo delle criptovalute, che cos’è esattamente e come si utilizza? Di seguito, forniamo dettagli su questa metrica fondamentale.

Cos’è la dominance di Bitcoin?

In dettaglio, la dominance di Bitcoin è un valore percentuale calcolato in base all’attuale capitalizzazione di mercato del Bitcoindivisa per la capitalizzazione di mercato complessiva delle criptovalute. Ad esempio, al momento in cui scriviamo, la capitalizzazione di mercato del Bitcoin è di 539 miliardi di dollari, mentre la capitalizzazione di mercato complessiva delle criptovalute è di 1,16 trilioni di dollari. Dividendo 539 miliardi di dollari per 1,16 trilioni di dollari si ottiene il 46%, ovvero la quota di mercato del Bitcoin.

La capitalizzazione di mercato del Bitcoin si calcola moltiplicando il numero di bitcoin in circolazione per il suo attuale prezzo di mercato. Ad oggi, esistono circa 19,3 milioni di bitcoin (con un’offerta massima di 21 milioni), scambiati al prezzo di 27.800 dollari: la capitalizzazione di mercato al momento in cui scriviamo è quindi di circa 539 miliardi di dollari.

In che modo i trader di criptovalute utilizzano la dominance di Bitcoin

Il rapporto deriva dalla relazione tra Bitcoin e il resto del mercato delle criptovalute. È una metrica che può essere utilizzata dai trader di criptovalute per comprendere il mercato, gestire i rischi, e aiutare a individuare possibili tendenze e opportunità di trading, in genere insieme ad altri set di dati.

Osservando i dati storici, una parte significativa del mercato delle criptovalute ha generalmente seguito la forma e la direzione assunte da Bitcoin (vedi il diagramma seguente). Poiché Bitcoin domina la maggior parte della capitalizzazione complessiva del mercato delle criptovalute, storicamente è stato altamente e positivamente correlato con la maggior parte delle altcoin, che quindi reagiscono pesantemente al suo movimento di prezzo. Grazie a questa correlazione, alcuni suggeriscono che la dominance di Bitcoin può anche aiutare a comprendere le tendenze del mercato delle altcoin.

Quando cambia la dominance di Bitcoin?

Per capire cosa influisce sulle variazioni della dominance di Bitcoin, analizziamo i due fattori che compongono il rapporto: la capitalizzazione di mercato del Bitcoin e la capitalizzazione di mercato complessiva delle criptovalute.

  • Ad esempio, poiché si prevede che la quantità di Bitcoin in circolazione non aumenterà significativamente a breve termine, si ritiene che il prezzo di Bitcoin abbia una maggiore influenza sulla sua capitalizzazione di mercato rispetto al numero di Bitcoin in circolazione. (Ci sono solo circa 1,7 milioni di Bitcoin da minare e il tasso di inflazione annualizzato, ovvero il tasso di crescita dei prezzi negli ultimi 12 mesi, è pari a 1,5% al momento della stesura di questo articolo). Storicamente, con l’aumento del prezzo di Bitcoin, la sua dominance sul mercato tende ad aumentare in proporzione. Tuttavia, con l’arrivo di nuovi progressi e innovazioni delle criptovalute alternative, la tendenza della dominance di Bitcoin potrebbe non persistere nel lungo periodo.
  • La capitalizzazione di mercato del Bitcoin è solo una parte dell’equazione: escludendo la scienza esatta, ci sono altri fattori che possono influenzare la dominance di Bitcoin, come l’attività di mercato delle altcoin e le condizioni di mercato che potrebbero alla fine influire sull’intero mercato delle criptovalute.

La posizione di dominance di Bitcoin potrebbe essere in costante declino con la crescita delle criptovalute alternative e la diversificazione dei mercati. Tuttavia, a seconda dell’andamento del mercato complessivo delle criptovalute alternative, la posizione di dominance di Bitcoin può fluttuare nel tempo. Queste variazioni e fluttuazioni intermedie sono interessanti per i trader perché possono fungere da indicatori della fase attuale del mercato, aiutando i trader a decidere, esaminando una serie di metriche diverse, come posizionarsi di conseguenza.

La dominance di Bitcoin nel tempo

Bitcoin deteneva circa il 99% della quota di mercato delle criptovalute quando è stato lanciato per la prima volta nel 2009. Il panorama delle criptovalute era più piccolo e all’epoca non c’erano molte altre criptovalute. Quattro anni dopo, il Bitcoin aveva una posizione dominante del 94%, dato che c’era solo una manciata di altcoin che competevano con lui sul mercato. Anche quando Ethereum entrò nel settore nel 2015, la dominance di Bitcoin era ancora intorno al 90%.

La dominance del 2017

Le cose hanno iniziato a cambiare nel 2017: la dominance di Bitcoin è scesa dal 96% del febbraio 2017 a un minimo del 37% all’inizio del 2018. In questo periodo, Ethereum ha visto un primo successo, sostenuto dalle numerose offerte iniziali (ICO) e dalla nascita di nuove criptovalute e token. L’entusiasmo per le criptovalute alternative è cresciuto e la speculazione degli operatori di mercato è stata elevata. Questo cambiamento ha fatto crollare la dominance di Bitcoin.

La mania delle ICO, tuttavia, non è durata a lungo: il prezzo del Bitcoin ha temporaneamente raggiunto un nuovo massimo storico alla fine di dicembre 2017, prima di crollare nei mesi successivi. Mentre il prezzo di Bitcoin continuava a scendere, anche la sua posizione di dominance rimaneva bassa. Il calo di fiducia e l’aumento del sentiment negativo registrato dal mercato nel suo complesso hanno infine portato al crollo delle criptovalute del 2018 e al conseguente mercato ribassista, durato circa un anno.

Ulteriori informazioni sulla nostra analisi dettagliata dei mercati ribassisti.

La dominance nel 2019-2020

Intorno al 2019, il mercato delle criptovalute si è attenuato e corretto, e il prezzo di Bitcoin ha continuato a recuperare di pari passo con la sua dominance. In vista dell’halving di Bitcoin nel 2020, la sua posizione dominance ha fatto un balzo, rimbalzando da nell’intervallo 60% – 70%.

Nonostante l’halving abbia spinto la dominance di Bitcoin a livelli elevati nel maggio 2020, questa è scesa significativamente, passando da circa il 66% al 55%, principalmente a causa della crescente popolarità della DeFi, che ha visto la comparsa di numerosi token DeFi nel settore, ottenendo un ampio seguito.

La dominance nel 2021

Il prezzo di Bitcoin ha ripreso a salire rapidamente nel 2021, quando la sua capitalizzazione di mercato ha raggiunto un tasso senza precedenti del 700% da marzo 2020, superando di molto il precedente massimo storico.

In questo periodo si è registrato un crescente interesse per le criptovalute da parte di clienti istituzionali e celebrità. Le nuove innovazioni hanno dato il via all’ascesa della DeFi e dei token non fungibili (NFT), mentre i clienti retail si sono avvicinati alle criptovalute alternative. La fiducia nei mercati delle criptovalute è aumentata nuovamente, ma è diminuita relativamente per Bitcoin. Ciò ha fatto sì che il Bitcoin perdesse gradualmente quote di mercato a favore delle criptovalute alternative, e da allora la sua posizione di dominance è rimasta sotto il 40% (al momento in cui scriviamo).

Perché la dominance di Bitcoin è ancora importante oggi

La posizione di dominance di Bitcoin è una delle fonti di dati che alimentano l’indicatore crypto Fear and Greed Index, indicatore chiave del sentiment di mercato che mira a valutare se specifici mercati o asset siano scambiati al di sopra o al di sotto del loro valore intrinseco, sulla base del sentimento prevalente del mercato. L’indicatore cerca di determinare se il timore o l’avidità abbiano un’incidenza maggiore sul mercato. In genere, un aumento della dominance di Bitcoin suggerisce la prevalenza della paura sul mercato.

In determinate situazioni, l’indicatore potrebbe anche anticipare l’inizio di una “stagione delle altcoin”, che è un periodo in cui numerose criptovalute alternative aumentano rapidamente di valore rispetto al dollaro e al Bitcoin in modo simultaneo. La dominance di Bitcoin rappresenta una delle metriche più significative per valutare la stagione delle altcoin. Durante tale periodo, le criptovalute alternative più rinomate guadagnano il favore del mercato, e di solito registrano prestazioni migliori rispetto a Bitcoin, riducendo di conseguenza la quota di mercato delle criptovalute e la dominance di Bitcoin.

Inoltre, ci sono altri modi in cui gli operatori di mercato utilizzano la posizione di dominance di Bitcoin per prendere decisioni di trading. Uno di questi è una strategia che fornisce segnali di acquisto e vendita, che utilizza la dominance di Bitcoin per determinare la tendenza più forte.

In breve:

Conclusione: quanto è importante la dominance di Bitcoin?

Anche se la dominance di Bitcoin può essere uno strumento utile per i trader, presenta alcune sfide. Una di queste è che sta manifestando un comportamento senza precedenti e forse sta gradualmente perdendo il suo ruolo di indicatore del sentiment.

Alcuni nel settore delle criptovalute mettono in dubbio la sua affidabilità come indicatore di mercato, data la complessità insita nell’ecosistema delle criptovalute. Ci sono anche altri fattori non considerati nel rapporto, come i bitcoin persi e la liquidità del mercato, che possono influenzare la capitalizzazione di mercato di Bitcoin e, quindi, distorcere la metrica.

Il mondo delle criptovalute è complesso e caratterizzato da una notevole incertezza. I trader devono analizzare numerosi indicatori diversi per sviluppare una strategia di trading efficace. La dominance di Bitcoin è solo uno di questi indicatori, e basare interamente la propria strategia su di essa potrebbe non essere la scelta migliore.

Vale la pena notare che la dominance di Bitcoin sul mercato non riflette il suo valore reale, né significa un improvviso afflusso di denaro sul mercato. Si tratta piuttosto di una metrica basata sull’offerta in circolazione e sul prezzo di mercato corrente, che può indicare il sentimento del mercato.

Inoltre, con l’ingresso sul mercato di un numero sempre maggiore di criptovalute alternative, si può prevedere che la posizione di dominance di Bitcoin continui a scendere. Poiché l’ecosistema delle criptovalute alternative continua a crescere, è difficile dire quanto sarà utile la posizione dominance di Bitcoin come indicatore per il mercato in futuro. L’aumento o la diminuzione della posizione dominance di Bitcoin non rappresenta necessariamente una situazione positiva o negativa; è semplicemente uno strumento che aiuta i trader a ottenere una migliore comprensione dell’evoluzione del settore delle criptovalute.

Svolgi la due diligence e conduci le tue ricerche

Tutti gli esempi menzionati in questo articolo hanno unicamente scopo informativo. Non dovresti interpretare queste informazioni o qualsiasi altra parte del contenuto come consulenza legale, fiscale, finanziaria, di investimento, sulla sicurezza informatica o di qualsiasi altro tipo. Niente di quanto contenuto in questo documento costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un’approvazione o un’offerta da parte di Crypto.com per investire, acquistare o vendere criptovalute, token o altri asset crypto. I rendimenti derivanti dall’acquisto e dalla vendita di criptovalute potrebbero essere soggetti a imposte, tra cui l’imposta sulle plusvalenze, del tuo Paese. Qualsiasi descrizione dei prodotti o delle funzionalità di Crypto.com ha unicamente scopo illustrativo e non costituisce un’approvazione, un invito o una sollecitazione.

Le prestazioni passate non costituiscono una garanzia né un indicatore delle prestazioni future. Il valore delle criptovalute può aumentare o diminuire, e c’è il rischio di perdere l’intero importo o una parte significativa dell’importo di acquisto. Quando valuti un asset crypto, è fondamentale condurre ricerche approfondite e svolgere la dovuta diligenza al fine di prendere la decisione migliore possibile, poiché ogni acquisto sarà di tua piena responsabilità.

Tag

bitcoin

cryptocurrencies

trading

Condividi con gli amici

Che aspetti a iniziare la tua avventura crypto?

Ottieni subito la guida dedicata alla configurazione dell'account Crypto.com

Cliccando il pulsante Inizia riconosci di aver letto l'Avviso sulla privacy di Crypto.com dove illustriamo come usiamo e proteggiamo i tuoi dati personali.
Mobile phone screen displaying total balance with Crypto.com App

Common Keywords: 

Ethereum / Dogecoin / Dapp / Tokens