Cos’è il restaking? Come utilizzare EigenLayer

Scopri come rimettere in staking i tuoi token su Ethereum e come funzionano progetti popolari come EigenLayer e liquid staking.

Mar 08, 2024
|

What Are Restaking And How Does It Work

Punti chiave:

  • Il restaking consente agli utenti di mettere in staking simultaneamente i token sia sulla blockchain principale che su altri protocolli, garantendo così la sicurezza di più reti e potenzialmente guadagnando ulteriori ricompense
  • Gli operatori che effettuano il restake possono potenzialmente aumentare le loro ricompense, ricevendole sia dalla rete originale che da quella che effettua il restaking.
  • Esistono diverse opzioni di restaking, tra cui il restaking nativo su EigenLayer per Ethereum e il restaking liquido, che consente agli utenti di mettere in stake asset sia sulla rete principale che su altri protocolli.
  • Le reti di restaking come EigenLayer accettano vari asset oltre al token nativo, migliorando la sicurezza e attingendo alla liquidità del mercato DeFi, che può generare entrate per gli utenti e il protocollo.
  • Gli utenti che optano per il restaking devono essere consapevoli dei rischi associati, tra cui il rischio di slashing e di rendimento.

Con il restaking, gli utenti possono mettere in stake gli stessi token sia sulla blockchain principale che su altri protocolli, garantendo così la sicurezza su più reti contemporaneamente e aumentando le potenziali ricompense, anche se ciò comporta un rischio di slashing più elevato. Ecco come funziona.

Cos’è il restaking?

Il restaking consente ai token di liquid staking di essere impegnati con i validatori di altre reti. Questo permette agli utenti di guadagnare più ricompense contribuendo al contempo a migliorare la sicurezza della rete attraverso il meccanismo di consenso Proof of Stake (PoS).

Il restaking è stato ideato per aumentare l’utilità dei token in staking, i quali tendono ad essere inattivi sulle blockchain PoS. Ora, grazie ai protocolli di restaking, è possibile far fruttare questi token. Uno degli esempi più noti è EigenLayer, che consente ai protocolli di utilizzare la rete di fiducia di Ethereum senza dover creare i propri set di validatori.

Oltre al liquid staking, il restaking può essere anche utilizzato per reinvestire le ricompense guadagnate dallo staking nello stesso nodo e aumentare i profitti futuri; tuttavia, questo articolo si concentra sui token di liquid staking.

Sei nuovo allo staking e al liquid staking? Scopri le basi qui.

Come funziona il restaking

Il restaking, come suggerisce il nome, consiste nel rimettere in stake un asset dopo il periodo di staking iniziale. Questo processo consente all’asset in stake di essere impiegato in un altro programma o piattaforma di staking, aumentandone l’utilità e fornendo al titolare ulteriori ricompense, anche se con un rischio di slashing maggiore.

Prendiamo ad esempio l’ecosistema Ethereum. La rete Ethereum è rinomata per il suo sistema di consenso PoS ad alta sicurezza, grazie alla presenza di numerosi validatori e alla sua ampia distribuzione. Tuttavia, gli ETH in stake rimangono inattivi su Ethereum, spingendo lo sviluppo dei derivati del liquid staking. Il liquid staking trasforma gli ETH in stake in token liquidi, che possono essere utilizzati in DeFi.

Inoltre, poiché il liquid staking elimina il requisito di staking minimo di 32 ETH, permette ai possessori di piccoli stake di aggregare i loro asset con altri utenti e potenzialmente beneficiare delle ricompense di staking.

Il restaking rappresenta un ulteriore avanzamento di questo concetto. Infatti consentono ad altri protocolli decentralizzati di utilizzare gli asset in stake su Ethereum per la loro sicurezza. Sia gli staker validatori che quelli nominatori possono guadagnare ulteriori ricompense: dalla rete principale di Ethereum e in aggiunta dal protocollo a cui sono stati messi in stake.

Come effettuare il restaking dei propri token

Di seguito è riportata una breve panoramica dei diversi tipi di restaking:

EigenLayer

Esclusivamente per gli utenti che gestiscono un nodo validatore di Ethereum, il restaking nativo di EigenLayer è facilitato da una serie di smart contract. Questi contratti gestiscono gli asset in stake di un nodo di un validatore, garantendo la sicurezza cripto-economica fornita dai protocolli di restaking.

I validatori che scelgono di partecipare al programma di restaking devono scaricare ed eseguire un software aggiuntivo del nodo specifico per il modulo di restaking. Così facendo, i validatori si impegnano a rispettare i termini di restaking di EigenLayer, che includono l’adesione a una condizione aggiuntiva di slash.

Restaking liquido

Il restaking liquido, un’altra forma di restaking, prevede l’uso di token di liquid staking. In questo processo, uno staker inizialmente mette in stake i propri asset con un validatore e riceve un token che rappresenta il suo stake con quel validatore. Successivamente, lo staker può mettere in staking il token di liquid staking sul protocollo di restaking.

Ecco come utilizzare il liquid staking con Crypto.com .

Una volta che i token sono depositati nel protocollo di restaking, gli utenti hanno la possibilità di esplorare le applicazioni decentralizzate disponibili (DApps) per il restake dei loro token. Le DApps, denominate Actively Validated Services (AVS) su EigenLayer, utilizzano il liquid staking per migliorare la loro infrastruttura di sicurezza attraverso il processo di restaking.

Vantaggi del restaking

  • Migliori ricompense: gli staker possono potenzialmente aumentare i loro guadagni mettendo in stake gli asset su due reti.
  • Maggiore sicurezza: più asset sono in stake, più alto è il valore di una rete, migliorando la sua resilienza contro gli attacchi. Questa maggiore sicurezza la rende un hub affidabile per DApps, protocolli e piattaforme.
  • Riduzione del dumping: il restaking rende il token originale più versatile, scoraggiando il dumping. Questo aumento di utilità contribuisce a evitare la perdita di valore per il progetto e i suoi investitori, promuovendo un ecosistema più stabile e sostenibile.

Svantaggi del restaking

  • Slashing: il restaking introduce ulteriori condizioni di slashing in cambio di ricompense più elevate. A seconda dei termini del protocollo, lo slashing comporta il rischio di una perdita significativa di asset per i validatori che possono violare le regole. Gli staker che aderiscono sono vincolati alle regole del contratto e subiscono penalizzazioni in caso di comportamento scorretto.
  • Rischi di rendimento: mentre EigenLayer mira a far sì che i protocolli sfruttino la rete di fiducia decentralizzata di Ethereum per la sicurezza, i restaker sono principalmente motivati dal sistema di ricompense. Questo potrebbe portare i restaker a scegliere i protocolli con il rendimento più alto, con un potenziale impatto sulla rete layer1. C’è anche il timore che gli utenti possano percepire il restaking come un prodotto finanziario ad alto rischio e ad alta leva.
  • Impatto sulle blockchain layer1: come sottolineato dal cofondatore di Ethereum Vitalik Buterin, il restaking rappresenta un rischio per le blockchain layer1. I protocolli che si affidano al consenso sociale di Ethereum per un fork o una riorganizzazione in caso di perdite importanti possono portare a conflitti sulla versione canonica del layer1. Il fondatore di EigenLayer, Sreeram Kannan, suggerisce che le applicazioni che riutilizzano il set di validatori di Ethereum non dovrebbero essere salvate dal consenso sociale di layer1.

Conclusioni: il restaking è un’opportunità vantaggiosa?

Il restaking promette una maggiore efficienza del capitale e profitti raddoppiati per gli utenti disposti ad assumersi i rischi associati. Progetti come EigenLayer offrono l’opportunità di effettuare il restaking, sbloccando così il potenziale dei token in stake su più reti e permettendo loro di accedere al mercato della DeFi.

I possibili vantaggi del restake spaziano dal miglioramento delle ricompense e della sicurezza della rete alla mitigazione del rischio di dumping degli asset e al rafforzamento della sicurezza e della decentralizzazione della rete nativa. Tuttavia, questi potenziali vantaggi non sono privi di avvertenze. I rischi includono la vulnerabilità degli smart contract, comportamenti fraudolenti da parte dei validatori e una maggiore esposizione allo slashing, tutti elementi che richiedono un’attenta considerazione da parte dei potenziali restaker.

Inoltre, l’impatto del restaking sulle blockchain layer1, evidenziato dal cofondatore di Ethereum, Vitalik Buterin, sottolineano la necessità di un approccio cauto. La dipendenza dal consenso sociale e i potenziali conflitti in caso di perdite significative sollevano dubbi sugli effetti a lungo termine del restaking sull’ecosistema blockchain in generale.

Svolgi la due diligence e conduci le tue ricerche

Tutti gli esempi menzionati in questo articolo hanno unicamente scopo informativo. Non dovresti interpretare queste informazioni o qualsiasi altra parte del contenuto come consulenza legale, fiscale, finanziaria, di investimento, sulla sicurezza informatica o di qualsiasi altro tipo. Niente di quanto contenuto in questo documento costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un’approvazione o un’offerta da parte di Crypto.com per investire, acquistare o vendere criptovalute, token o altri asset crypto. I rendimenti derivanti dall’acquisto e dalla vendita di criptovalute potrebbero essere soggetti a imposte, tra cui l’imposta sulle plusvalenze, del tuo Paese. Qualsiasi descrizione dei prodotti o delle funzionalità di Crypto.com ha unicamente scopo illustrativo e non costituisce un’approvazione, un invito o una sollecitazione.

Le prestazioni passate non costituiscono una garanzia né un indicatore delle prestazioni future. Il valore delle criptovalute può aumentare o diminuire, e c’è il rischio di perdere l’intero importo o una parte significativa dell’importo di acquisto. Quando valuti un asset crypto, è fondamentale condurre ricerche approfondite e svolgere la dovuta diligenza al fine di prendere la decisione migliore possibile, poiché ogni acquisto sarà di tua piena responsabilità.

Tag

eigenlayer

liquid staking

staking

Condividi con gli amici

Che aspetti a iniziare la tua avventura crypto?

Ottieni subito la guida dedicata alla configurazione dell'account Crypto.com

Cliccando il pulsante Inizia riconosci di aver letto l'Avviso sulla privacy di Crypto.com dove illustriamo come usiamo e proteggiamo i tuoi dati personali.
Mobile phone screen displaying total balance with Crypto.com App

Common Keywords: 

Ethereum / Dogecoin / Dapp / Tokens