Cos’è Polkadot (DOT)?

Scopri una delle principali reti multi-chain nel settore delle criptovalute e come affronta i problemi di scalabilità e interoperabilità, oltre a come utilizzare il suo token di governance, DOT.

Oct 04, 2023
|

What Is Polkadot

Punti chiave:

  • Polkadot è una rete multi-chain progettata per affrontare le sfide di scalabilità e interoperabilità presenti nelle reti blockchain tradizionali. Questo permette una comunicazione senza interruzioni tra diverse blockchain.
  • Utilizzando meccanismi di consenso ibridi (ovvero GRANDPA e BABE), garantisce l’immutabilità e la sicurezza della rete, mentre il suo meccanismo di sharding consente una scalabilità orizzontale.
  • Il token nativo di Polkadot, DOT, serve a vari scopi, tra cui governance, staking e bonding, consentendo ai possessori di token di partecipare ai processi decisionali.
  • La piattaforma ha diverse applicazioni, tra cui la finanza decentralizzata (DeFi), l’Internet delle cose (IoT) e il gaming.
  • I principali vantaggi di Polkadot includono la scalabilità, l’interoperabilità e la governance decentralizzata. Questi attributi la rendono una piattaforma promettente nel panorama delle blockchain, con possibili applicazioni in svariati settori.

Cos’è il protocollo Polkadot?

Polkadot è un protocollo blockchain rivoluzionario che mira a risolvere i problemi di scalabilità e interoperabilità delle reti blockchain tradizionali. Fondata dal cofondatore di Ethereum Gavin Wood, Polkadot è una rete multi-chain che permette a diverse blockchain di interagire senza problemi.

Questo implica che gli sviluppatori possono creare la propria blockchain specifica per le applicazioni (App Chain) all’interno dell’ecosistema di Polkadot, mantenendo la capacità di comunicare e transare con altre blockchain. L’obiettivo di Polkadot è realizzare un web completamente decentralizzato in cui gli utenti hanno il controllo.

Come funziona Polkadot?

La rete Polkadot utilizza un modello sharded in cui gli shard, chiamati “parachain“, consentono di elaborare le transazioni in parallelo anziché in sequenza. Ogni parachain della rete ha una funzione di transizione di stato (STF) unica.

La Relay Chain di Polkadot agisce come chain principale del sistema, fungendo da hub centrale che governa l’intero ecosistema Polkadot; tutte le parachain si collegano alla Relay Chain. Tra i suoi obiettivi principali vi è quello di facilitare l’interoperabilità e la comunicazione tra le blockchain interne (parachain) ed esterne. Inoltre, la Relay Chain è responsabile della sicurezza della rete e della manutenzione del protocollo di consenso sottostante al sistema.

La scalabilità e l’interoperabilità sono ottenute con l’aiuto delle parachain e dei metodi di consenso GRANDPA Finality e BABE (Blind Assignment for Blockchain Extension) della rete. Il consenso ibrido separa il dispositivo di finalizzazione dal meccanismo di produzione dei blocchi.

GRANDPA (GHOST-based Recursive ANcestor Deriving Prefix Agreement) è il dispositivo di finalizzazione implementato per la Polkadot Relay Chain. All’interno della rete Polkadot, il protocollo GRANDPA Finality viene utilizzato dall’host Polkadot per ottenere la finalizzazione dei blocchi, il che significa che una volta che un blocco viene aggiunto alla blockchain Polkadot, non può essere annullato. BABE è il meccanismo di produzione dei blocchi che funziona tra i nodi validatori e determina gli autori dei nuovi blocchi.

Inoltre, Polkadot impiega la Nominated Proof of Stake (NPoS) come meccanismo di selezione dei validatori, progettato per migliorare la sicurezza. Si tratta di due ruoli chiave: i validatori, che si assumono responsabilità come la convalida dei blocchi parachain, la garanzia di finalizzazione e la produzione di blocchi in BABE; e i nominatori, che hanno la possibilità di sostenere specifici validatori con la loro partecipazione esprimendo fiducia in determinati candidati e sostenendoli con i loro token. Questo sistema offre la possibilità agli attori interessati a preservare la rete di partecipare attivamente, sia attraverso l’esecuzione di un nodo convalidatore, sia tramite la nomina di validatori di fiducia.

Caratteristiche principali della rete Polkadot

Polkadot presenta diverse caratteristiche chiave che lo distinguono da altri protocolli blockchain. Una delle caratteristiche più importanti è la sua capacità di consentire la comunicazione e l’interoperabilità. Ciò significa che le diverse blockchain all’interno dell’ecosistema Polkadot possono scambiare senza problemi asset e dati, aprendo un mondo di possibilità per sviluppatori e aziende.

Un’altra caratteristica importante di Polkadot è il suo meccanismo di governance. A differenza di altre blockchain, in cui le decisioni vengono prese da pochi eletti, Polkadot consente ai possessori di token di partecipare al processo decisionale. Ciò avviene attraverso un sistema chiamato “governance DOT”, in cui i possessori di token DOT possono votare sulle proposte e influenzare lo sviluppo della rete.

Anche la scalabilità è una delle caratteristiche principali di Polkadot. Grazie al suo meccanismo di sharding, Polkadot gestisce simultaneamente un numero enorme di transazioni, rendendolo altamente scalabile. Ciò garantisce prestazioni rapide ed efficienti, fondamentali per il successo di qualsiasi rete blockchain.

Il token di governance DOT

Il token DOT è la criptovaluta nativa della rete Polkadot. Serve a molteplici scopi all’interno dell’ecosistema, tra cui governance , staking e bonding. I possessori di DOT sono parte integrante della community Polkadot e possono influenzare lo sviluppo della rete attraverso il meccanismo di governance, votando le proposte e partecipando ai processi decisionali.

Lo staking è un altro importante caso d’uso del token DOT. In Polkadot, gli utenti possono mettere in stake i loro token DOT per diventare o nominare validatori, responsabili della convalida delle transazioni e della sicurezza della rete. I nominatori sostengono i validatori mettendo in stake i loro token e, in cambio dei loro servizi, i validatori e i nominatori ricevono ricompense sotto forma di ulteriori token DOT.

Il bonding è un’altra caratteristica del token DOT: una nuova parachain deve impegnare una specifica quantità di token DOT come garanzia per entrare nella rete di Polkadot. Ciò assicura la sicurezza e l’integrità della rete, poiché le parachain hanno un incentivo finanziario a comportarsi in modo onesto.

Casi d’uso e applicazioni di Polkadot e DOT

Polkadot ha un’ampia gamma di casi d’uso e applicazioni, grazie alla sua natura scalabile e interoperabile. Uno dei suoi casi d’uso principali è la finanza decentralizzata (DeF). Grazie alla sua capacità di collegare diverse blockchain, Polkadot facilita il trasferimento continuo di asset e dati tra i vari protocolli DeFi. Apre opportunità per prestiti cross-chain, exchange decentralizzati e altre applicazioni finanziarie innovative.

Un altro caso d’uso promettente per Polkadot riguarda l’Internet delle cose (IoT). La capacità di collegare diverse blockchain permette una comunicazione sicura ed efficiente tra i dispositivi IoT, consentendo una vasta gamma di applicazioni come la gestione delle catene di approvvigionamento, le smart city e i veicoli autonomi.

Polkadot ha anche un potenziale nel settore gaming. Sfruttando la sua scalabilità e interoperabilità, l’ecosistema Polkadot consente esperienze di gioco cross-chain, in cui i giocatori utilizzano risorse provenienti da blockchain diverse all’interno dello stesso gioco, migliorando il gameplay e offrendo nuove opportunità di monetizzazione agli sviluppatori di giochi.

Conclusioni: Il futuro di Polkadot e DOT

Grazie alla sua natura scalabile e interoperabile, Polkadot si pone come una forza plasmante nell’industria blockchain, permettendo una vasta gamma di casi d’uso e applicazioni sia all’interno che al di fuori dello spazio crittografico. Il token DOT riveste un ruolo cruciale nell’ecosistema di Polkadot, operando come token di governance (e di staking) e come garanzia di bonding.

La rete Polkadot sta continuando a crescere e a essere adottata, grazie all’efficacia del token DOT, alla costante innovazione tecnologica e a un ecosistema solido. Questo la posiziona in modo vantaggioso per guidare il futuro delle applicazioni decentralizzate (DApps) in svariati settori.

Svolgi la due diligence e conduci le tue ricerche

Tutti gli esempi menzionati in questo articolo hanno unicamente scopo informativo. Non dovresti interpretare queste informazioni o qualsiasi altra parte del contenuto come consulenza legale, fiscale, finanziaria, di investimento, sulla sicurezza informatica o di qualsiasi altro tipo. Niente di quanto contenuto in questo documento costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un’approvazione o un’offerta da parte di Crypto.com per investire, acquistare o vendere criptovalute, token o altri asset crypto. I rendimenti derivanti dall’acquisto e dalla vendita di criptovalute potrebbero essere soggetti a imposte, tra cui l’imposta sulle plusvalenze, del tuo Paese. Qualsiasi descrizione dei prodotti o delle funzionalità di Crypto.com ha unicamente scopo illustrativo e non costituisce un’approvazione, un invito o una sollecitazione.

Le prestazioni passate non costituiscono una garanzia né un indicatore delle prestazioni future. Il valore delle criptovalute può aumentare o diminuire, e c’è il rischio di perdere l’intero importo o una parte significativa dell’importo di acquisto. Quando valuti un asset crypto, è fondamentale condurre ricerche approfondite e svolgere la dovuta diligenza al fine di prendere la decisione migliore possibile, poiché ogni acquisto sarà di tua piena responsabilità.

Tag

Blockchain

cryptocurrencies

Market

trading

Condividi con gli amici

Che aspetti a iniziare la tua avventura crypto?

Ottieni subito la guida dedicata alla configurazione dell'account Crypto.com

Cliccando il pulsante Inizia riconosci di aver letto l'Avviso sulla privacy di Crypto.com dove illustriamo come usiamo e proteggiamo i tuoi dati personali.
Mobile phone screen displaying total balance with Crypto.com App

Common Keywords: 

Ethereum / Dogecoin / Dapp / Tokens