Finanza comportamentale – La psicologia del mercato monetario

In questo articolo approfondito analizziamo perché gli operatori di mercato fanno scelte sbagliate e come evitare di fare lo stesso.

Jan 30, 2019
|

Finanza comportamentale Otp

Introduzione

Cosa influenza il nostro comportamento quando si tratta di partecipare ai mercati monetari? Dai comuni pregiudizi comportamentali come la fallacia del giocatore d’azzardo, la FOMO e la mentalità del gregge, ci immergiamo in profondità nelle varie influenze che stanno alla base della psicologia della finanza comportamentale, esplorando il motivo per cui gli operatori del mercato monetario fanno scelte sbagliate e come evitare di fare lo stesso.

Punti di forza:

  • Nell’ipotesi del mercato efficiente (EMH), che implica che condurre analisi di mercato nella speranza di scoprire attività con prezzi errati sarebbe inutile, esistono tre forme: forma debole, forma semi-forte e forma forte.
  • Il momentum è un’anomalia chiave del mercato che si riferisce alle tendenze al rialzo e al ribasso dei movimenti di prezzo; il momentum trading è una strategia che prevede l’acquisto dei vincitori recenti e la vendita dei perdenti recenti.
  • Le tre fasi del ciclo di vita di un trend di prezzo sono la sottoreazione, la sovra-reazione e il valore fondamentale. Un esempio illustrativo è il boom e la crisi del Bitcoin nel 2017-2018.
  • I pregiudizi comportamentali includono l’effetto di disposizione, l’herding, la FOMO, l’ancoraggio e la fallacia del giocatore d’azzardo, per citarne alcuni.

La base di tutto: Ipotesi di mercato efficiente (EMH)

Come proposto dal premio Nobel Eugene Fama, un mercato è efficiente se i prezzi di mercato riflettono tutte le informazioni rilevanti sulle attività sottostanti. In questo caso, il prezzo di mercato è sempre identico al valore fondamentale. Se i comunicati stampa hanno un impatto sui fondamentali, i prezzi dovrebbero adeguarsi immediatamente per tenere conto delle nuove informazioni.

L’ipotesi del mercato efficiente (EMH) può essere classificata in tre forme:

1. Forma debole: I prezzi passati non contengono alcuna informazione sui prezzi futuri.

La forma debole implica che qualsiasi sforzo di analisi tecnica per prevedere il movimento dei prezzi sarebbe vano.

2. Forma semi-forte: I prezzi riassumono accuratamente tutte le informazioni pubblicamente note.

Ciò implica l’impossibilità di trarre profitto dallo studio di qualsiasi notizia di settore o analisi di mercato pubblicamente disponibile sulle criptovalute, poiché i prezzi dei token riflettono tutte le informazioni pubblicamente note.

3. Forma forte: I prezzi riflettono tutte le informazioni privilegiate e quelle pubblicamente note.

La forma forte indica che anche le informazioni cosiddette “insider” sono già incorporate nei prezzi. Se i mercati finanziari sono perfettamente efficienti come descritto dall’EMH, ciò implica che condurre analisi di mercato nella speranza di scoprire attività con prezzi errati sarebbe inutile.

Tuttavia, la realtà è molto più complessa di questa ipotesi.

Le cose cambiano sempre: L’importanza del momento e del valore

Una delle principali anomalie del mercato che confuta l’EMH è il momentum osservato nei prezzi di mercato. Il momentum si riferisce alle tendenze al rialzo e al ribasso dei movimenti di prezzo: i prezzi in aumento continuano a salire, mentre i prezzi in calo continuano a scendere.

Questa proposizione respinge l’EMH a forma debole, in quanto sostiene l’idea di una correlazione tra prezzi futuri e prezzi correnti. Il momentum trading è una strategia basata su questa anomalia e prevede l’acquisto dei vincitori recenti e la vendita dei perdenti recenti. Numerosi studi hanno confermato la persistenza del momentum in diversi mercati e classi di attività. La ricerca mostra anche che i rendimenti attuali del Bitcoin possono prevedere i suoi rendimenti a distanza di giorni e settimane.

Come possiamo spiegare l’esistenza del momentum nei prezzi di mercato? Gli economisti hanno cercato di spiegare il momentum con la “sottoreazione” e la “sovrareazione” dei mercati.

Il ciclo di vita di un trend di prezzo si articola tipicamente in tre fasi. In questo caso ipotizziamo che ci siano due gruppi di partecipanti al mercato: gli osservatori di notizie, che reagiscono solo alle notizie, e i momentum trader, le cui operazioni si basano solo sulle variazioni di prezzo passate.

Fase 1: quando una buona notizia si diffonde gradualmente in un gruppo di osservatori di notizie, questi iniziano a comprare la buona notizia. L’asset ha ora un valore fondamentale più elevato grazie agli sviluppi positivi. Gli osservatori di notizie sono investitori di valore che cercano di trarre profitto dalla differenza tra il nuovo valore fondamentale e il prezzo di negoziazione attuale. Inizialmente, il prezzo rimane stabile a causa di una reazione insufficiente da parte degli operatori di mercato, ma aumenta lentamente per riflettere le ultime informazioni. Questa sottoreazione può essere causata da pregiudizi comportamentali degli esseri umani.

Fase 2: i trader notano il lento trend rialzista e acquistano su di esso, spingendo al rialzo il momentum. Quando un maggior numero di trader si unisce alla festa (ad esempio, forse a causa della mentalità del branco), il prezzo supera il valore fondamentale dell’asset, provocando una reazione eccessiva ritardata.

Fase 3: quando il mercato comprende appieno la notizia, il trend rialzista si inverte e il prezzo converge finalmente verso il valore fondamentale.

Se lo slancio è forte, potrebbe formarsi una bolla speculativa e i prezzi potrebbero poi crollare. Il boom e il crollo del Bitcoin nel 2017-2018 è un esempio illustrativo. Man mano che il potenziale futuro delle criptovalute e della blockchain veniva compreso meglio dal pubblico, il prezzo del Bitcoin aumentava per riflettere i fondamentali(fase 1). Poi altri trader hanno acquistato Bitcoin e hanno fatto salire il momentum(fase 2). Il prezzo del Bitcoin ha superato il suo valore fondamentale e il mercato ha iniziato a conoscere meglio i rischi e i limiti dell’asset. La paura, l’incertezza e il dubbio (noto come FUD) si diffondono nel mercato. Il suo prezzo è infine crollato(fase 3).

I pregiudizi comportamentali: L’effetto disposizione e la teoria della prospettiva

Poiché il mercato non è perfettamente efficiente, alcune strategie di trading potrebbero essere redditizie. Queste strategie, tuttavia, non sono facili da attuare. Il paradosso è che l’irrazionalità degli esseri umani crea in parte spazio per questi profitti, in quanto generalmente crediamo di poter prendere decisioni razionali, soprattutto nel giocare sul mercato. Tuttavia, i risultati della finanza comportamentale hanno dimostrato che siamo probabilmente troppo sicuri di noi stessi e suscettibili di vari pregiudizi.

Un fenomeno interessante è che i trader tendono a vendere troppo presto le loro vincite e a trattenere troppo a lungo le loro perdite. Si tratta del cosiddetto effetto di disposizione, che spiega perché i prezzi tendono inizialmente a reagire in modo insufficiente prima dell’inizio del momentum dei prezzi.

La teoria della prospettiva fornisce un quadro che illustra la psicologia alla base dell’effetto di disposizione. Il succo della teoria della prospettiva è che gli individui sono generalmente avversi al rischio quando si trovano di fronte a potenziali guadagni e amanti del rischio quando si trovano di fronte a potenziali perdite, e sono più sensibili al dolore della perdita che alla felicità della vittoria.

Per esempio, supponiamo di poter scegliere tra 1) il 100% di possibilità di vincere 500 dollari, oppure 2) 50% di probabilità di vincere 1.000 dollari e 50% di probabilità di vincere 0 dollari. È probabile che la maggior parte delle persone scelga la prima scelta, anche se il valore atteso delle due scelte è esattamente lo stesso. In un altro esempio, la scelta è ora tra 1) il 100% di probabilità di perdere 500 dollari, oppure 2) il 50% di probabilità di perdere 1.000 dollari e il 50% di perdere 0 dollari. Molti probabilmente sceglierebbero la seconda opzione.

Alcuni trader preferiscono “HODL” (buy and hold) le criptovalute, stando alla larga dalle fluttuazioni di prezzo a breve termine e credendo nella crescita a lungo termine dei fondamentali della criptovaluta. In caso di crollo dei prezzi, possono ancora fare HODL, poiché ritengono che il sentimento irrazionale del mercato spinga il prezzo ben al di sotto del suo valore fondamentale. Tuttavia, come illustrato dalla teoria della prospettiva, potrebbero essere riluttanti a realizzare la perdita.

Attenzione alla trappola: altri pregiudizi comportamentali

Oltre all’effetto disposizione, le persone hanno molti altri pregiudizi comportamentali che possono influenzare le loro decisioni di mercato.

1. Comportamento di branco e paura di perdersi (FOMO)

Molte persone salgono a bordo quando il prezzo di un asset è in forte rialzo e l’isteria spinge il prezzo sempre più in alto. Questo “comportamento da gregge” è legato alla “paura di perdersi”(FOMO), in cui i trader temono di perdere le occasioni di profitto e sono quindi ansiosi di acquistare in base alla tendenza. Questa mentalità, tuttavia, non si riscontra solo nei trader al dettaglio o amatoriali. Anche gli operatori istituzionali, come i fondi comuni di investimento, hanno mostrato un comportamento di “herding”, nel timore che le performance dei loro portafogli possano essere inferiori ai rendimenti del mercato.

2. Bias di conferma

In genere le persone hanno prima di tutto una particolare convinzione. In seguito, tendono a cercare informazioni a sostegno della loro idea, il che spiega perché a volte vedono i recenti movimenti di prezzo come indicatori dei futuri movimenti di prezzo. I trader acquistano quindi una quantità maggiore di attività che hanno guadagnato di recente e vendono quelle con un movimento di prezzo in discesa. Questo comportamento può essere auto-appagante e contribuire a far crescere il momentum dei prezzi.

3. Effetto di ancoraggio

L’ancoraggio è una distorsione della percezione secondo la quale le persone possono attenersi alle informazioni storiche e non adeguare sufficientemente le loro opinioni alle nuove informazioni. L’ancoraggio è una spiegazione alternativa per la sottoreazione iniziale nell’anomalia del momento.

4. Fallacia del giocatore d’azzardo e fallacia della mano calda

Fallacia del giocatore d'azzardo e fallacia della mano calda

La fallacia del giocatore d’azzardo si riferisce alla convinzione che la persistenza di un segnale nelle estrazioni precedenti aumenti la probabilità di avere un altro segnale nella prossima estrazione. Un esempio semplice è quello di lanciare una moneta e avere dieci code di fila, pensando che al prossimo lancio ci sarà testa. Oppure, se il prezzo del Bitcoin ha continuato a salire per dieci giorni consecutivi, ci si può aspettare che il giorno successivo il prezzo si ritiri.

Al contrario, la fallacia della mano calda è la convinzione che una sequenza mostrerà un’eccessiva persistenza piuttosto che inversioni. Ad esempio, supponiamo che un commentatore di criptovalute faccia una serie di previsioni corrette sui movimenti del mercato per settimane. In questo caso, la gente potrebbe pensare che si tratti di un commentatore superiore alla media che continuerà a fare previsioni corrette.

I due fenomeni sopra descritti sembrano contraddittori, ma sono collegati alla stessa idea sbagliata di statistica: Le persone tendono a ritenere che ciò che osservano in un piccolo campione debba essere identico all’intera popolazione da cui il campione è tratto.

La realtà è che le persone sottovalutano la probabilità di strisce in un campione ridotto. Nel caso del commentatore, si deduce dal piccolo campione e si conclude che la striscia vincente è una forte prova della capacità del commentatore di sovraperformare il mercato nel lungo periodo.

Conclusione

La comprensione dei pregiudizi comportamentali è fondamentale per prendere decisioni di mercato intelligenti, soprattutto nel mondo delle criptovalute, dove l’emozione e il clamore possono giocare un ruolo importante nelle decisioni di molte persone. Questi concetti ci ricordano di stare attenti al sentimento del mercato e ai nostri pregiudizi quando prendiamo decisioni.

Due diligence e ricerca personale

Tutti gli esempi elencati in questo articolo sono solo a scopo informativo. L’utente non deve interpretare tali informazioni o altro materiale come consulenza legale, fiscale, di investimento, finanziaria o di altro tipo. Nulla di quanto contenuto nel presente documento costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un’approvazione o un’offerta da parte di Crypto.com di investire, acquistare o vendere beni digitali. I rendimenti derivanti dall’acquisto e dalla vendita di attività digitali possono essere soggetti a imposte, tra cui l’imposta sulle plusvalenze e/o l’imposta sul reddito, nella vostra giurisdizione o nelle giurisdizioni in cui siete residenti a fini fiscali. Le descrizioni dei prodotti o delle caratteristiche di Crypto.com hanno uno scopo puramente illustrativo e non costituiscono un’approvazione, un invito o una sollecitazione.

Le performance passate non sono una garanzia o una previsione di quelle future. Il valore degli asset digitali può aumentare o diminuire e voi potreste perdere tutto o una parte consistente del prezzo di acquisto. Quando valutate un bene digitale, è essenziale che facciate le vostre ricerche e la vostra due diligence per giudicare al meglio, poiché ogni acquisto sarà di vostra esclusiva responsabilità.

Tag

crypto

crypto research

cryptocurrencies

markets

trading

Condividi con gli amici

Che aspetti a iniziare la tua avventura crypto?

Ottieni subito la guida dedicata alla configurazione dell'account Crypto.com

Cliccando il pulsante Inizia riconosci di aver letto l'Avviso sulla privacy di Crypto.com dove illustriamo come usiamo e proteggiamo i tuoi dati personali.

Common Keywords: 

Ethereum / Dogecoin / Dapp / Tokens