Design centrato sull’intento per la blockchain: cos’è e perché tutti ne parlano

I sistemi incentrati sull’intento consentono agli utenti di delegare le attività ai risolutori, per l’efficienza, la riduzione delle commissioni di transazione e una maggiore privacy.

Mar 01, 2024
|

Punti chiave:

  • Le architetture incentrate sull’intento semplificano le interazioni degli utenti permettendo loro di esprimere i propri obiettivi, mentre lasciano ai solutori i dettagli dell’esecuzione. Questo approccio migliora l’esperienza dell’utente all’interno dei complessi ecosistemi blockchain.
  • L’emergere dei servizi basati sull’intento da parte di protocolli come Anoma, CoW Swap e Uniswap X promette transazioni ottimizzate, consentendo agli utenti di risparmiare tempo e spese di transazione.
  • La privacy e la sicurezza sono rafforzate, poiché gli utenti devono solo condividere il loro obiettivo finale senza la necessità di rivelare i dettagli specifici. Si affidano a percorsi consolidati e testati dai solutori per garantire transazioni più sicure.
  • Pur offrendo vantaggi evidenti, è fondamentale mantenere un delicato equilibrio tra l’efficienza dei solutori e la privacy degli utenti. Il rischio di centralizzazione e la potenziale perdita di controllo rappresentano sfide significative per l’etica decentralizzata della blockchain.

Cos’è l’intento nel mondo delle blockchain e delle criptovalute?

Nel contesto delle blockchain e delle criptovalute, il termine ‘intento’ si riferisce allo scopo o all’obiettivo specifico che un utente mira a raggiungere all’interno dell’ecosistema blockchain. Esprime lo stato finale desiderato dall’utente. In generale, mentre una transazione si riferisce a come deve essere eseguita un’azione, un intento riguarda il risultato desiderato di tale azione.

Ad esempio, mentre una transazione specifica dettagli su come eseguire un’azione, un’intento indica semplicemente il risultato desiderato di quell’azione. Gli utenti comunicano il loro intento a un servizio, che lo trasferisce a un “risolutore”, che può essere un individuo, un bot di ntelligenza artificiale o un altro sistema. Per esempio, se una transazione specifica “esegui A e poi B, paga esattamente C per riavere X”, un’intento dichiara semplicemente “voglio X e sono disposto a pagare fino a C”.

Fino a poco tempo fa, la distinzione risiedeva nel fatto che gli utenti dovevano completare tutte queste azioni e decidere individualmente come eseguirle, come scegliere la piattaforma di trading, l’ora e il tasso di cambio.

Lo scopo dell’intento è consentire agli utenti di dichiarare semplicemente il loro obiettivo e lasciare al risolutore il compito di determinare il “come”. Piuttosto che concentrarsi sui dettagli dei processi coinvolti nelle transazioni blockchain, un approccio incentrato sull’intento concede priorità alla comprensione dei risultati o degli obiettivi desiderati dagli utenti. Questo approccio mira a semplificare le interazioni blockchain, rendendole più intuitive e orientate all’utente.

Con migliaia e migliaia di criptovalute disponibili, oltre a una miriade di layer1, layer2 e adesso blockchain layer3 (e protocolli layer0), oltre ai bridge e soluzioni di interoperabilità per collegare le diverse chain e sistemi, diventa sempre più difficile per gli utenti intuire quale strada seguire o persino sapere quali opzioni siano disponibili.

Le soluzioni di intento mirano a gestire questa complessità per conto degli utenti, ad esempio, risparmiando sulle commissioni di gas o eseguendo operazioni al tasso più conveniente.

Come funzionano i sistemi incentrati sull’intento

Dichiarare l’intento

Sebbene le diverse piattaforme possano utilizzare una terminologia variabile per descrivere il concetto di intento, l’idea fondamentale rimane coerente.

La maggior parte dei protocolli basati sull’intento inizia il processo con un sistema di ‘scoperta dell’intento’, in cui gli utenti esprimono pubblicamente l’intento desiderato. In gergo blockchain, queste piattaforme di scoperta potrebbero essere paragonate alle mempool, aree di sosta per le transazioni in attesa di elaborazione.

Un intento potrebbe comportare un’operazione come la conversione di BTC in una stablecoin su una blockchain differente; le operazioni proposte vanno da semplici a complesse con requisiti dettagliati.

Rispondere all’intento

Gli intenti vengono inviati a un mercato di solutori che rispondono ad essi. I solutori accettano di gestire gli intenti se la commissione offerta è accettabile.

Chi offre servizi incentrati sugli intenti?

Anoma

Il protocollo Anoma, che ha introdotto il concetto di intenti basati su blockchain, fornisce una “infrastruttura incentrata sugli intenti”. L’infrastruttura è progettata per soddisfare un’ampia gamma di richieste, consentendo ad altri servizi di allineare gli intenti con una rete di risolutori. L’infrastruttura di Anoma mira a facilitare l’abbinamento degli intenti degli utenti con i solutori in varie applicazioni e scenari.

CoW Swap

CoW Swap è la prima interfaccia sviluppata su CoW Protocol che utilizza le aste batch e la “Coincidenze dei Desideri (CoW)” per fornire prezzi strutturalmente migliori, risparmiare sui costi del gas e ridurre il rischio di esecuzione. CoW Protocol è un protocollo di aggregazione meta-DEX che ha lo scopo di fornire agli utenti prezzi migliori per le operazioni di swap. Il protocollo utilizza gli intenti di trading e le aste batch per ottimizzare i percorsi di esecuzione degli swap.

Quando un utente invia un intento di trading, questo viene raggruppato con altri intenti in sospeso in un lotto. I solutori, che sono entità di terze parti, sono incaricati di individuare i migliori percorsi di esecuzione per questi intenti di trading. Il protocollo cerca le “Coincidenze dei Desideri (CoW)” all’interno dei batch al fine di ottenere prezzi ottimali per le negoziazioni. Se non viene trovato, i solutori esplorano vari fornitori di liquidità, tra cui AMM, aggregatori DEX e market maker privati. L’architettura di esecuzione delegata degli exchange rende CoW Protocol un aggregatore meta-DEX.

Uniswap X

UniswapX è un nuovo protocollo senza permessi, open-source (GPL), basato su aste, progettato per migliorare il trading on-chain e lo swap self-custody. UniswapX mira a fornire prezzi migliori attraverso l’aggregazione di fornitori di liquidità, swap senza commissioni di gas e protezione contro il “Maximal Extractable Value (MEV)”, oltre a nessun costo per le transazioni fallite, migliorando così le operazioni di swap eseguite dagli utenti.

UniswapX affronta la complessità dell’instradamento esternalizzando questa operazione a una rete aperta di terze parti. Le terze parti competono per soddisfare gli swap utilizzando la liquidità presente sulla chain, come le pool AMM o il loro inventario privato. Tutti gli ordini sono garantiti dallo Smart Order Router di Uniswap, il quale obbliga i riempitori a competere con le diverse versioni di Uniswap.

UniswapX offre soluzioni senza commissioni di gas per gli swap e non applica costi per le operazioni non andate a buon fine. Questo è possibile attraverso la firma degli ordini off-chain da parte degli utenti, i quali vengono poi inviati sulla blockchain dai riempitori. Questi ultimi si occupano dei costi del gas per conto degli swapper, eliminando così la necessità per gli utenti di possedere il token di rete nativo (ad esempio ETH) per il trading, o di affrontare spese per transazioni non andate a buon fine. Inoltre, i riempitori includono la commissione di gas nel prezzo dello swap e possono ottimizzare i costi di transazione raggruppando più ordini, permettendo loro di competere per ottenere il prezzo più favorevole.

Vantaggi e svantaggi dei servizi di intento per le blockchain

Il modello incentrato sull’intento nel settore blockchain offre diversi vantaggi che migliorano l’esperienza dell’utente (UX), riducono potenzialmente le spese di transazione e rafforzano la privacy e la sicurezza.

Esperienza utente migliorata
Gli utenti possono esprimere il loro intento, come ad esempio voler scambiare un token al miglior prezzo possibile, senza dover navigare manualmente tra più piattaforme, come 1inch Fusion, che utilizza l’approccio incentrato sull’intento per trovare il percorso migliore, risparmiando così tempo e fatica.

Riduzione delle commissioni di transazione
Grazie all’intento, più transazioni possono essere consolidate in un’unica transazione ottimizzata, riducendo potenzialmente le commissioni. L’approccio è simile a quello degli acquisti all’ingrosso, dove può essere più conveniente raggruppare le richieste o le transazioni ottimizzate in base alla congestione della rete, risparmiando così sui costi.

Maggiore privacy e sicurezza
Utilizzando un modello incentrato sull’intento, gli utenti devono solo condividere il loro obiettivo finale senza rivelare i passaggi dettagliati per raggiungerlo, il che migliora la privacy. Inoltre, affidandosi a percorsi consolidati e testati dai solutori, le transazioni possono essere più sicure.

Svantaggi dei modelli incentrati sull’intento

Bilanciare efficienza e privacy
Più informazioni hanno i risolutori, meglio possono soddisfare l’intento dell’utente. Tuttavia, questo può anche significare che gli utenti devono divulgare più informazioni di quelle che desiderano, incidendo sulla privacy.

Sfide tecniche
I modelli incentrati sull’intento sono nuovi e complessi. Devono essere in grado di elaborare ciò che l’utente vuole da un intento, navigando nel contesto delle criptovalute in continua crescita, dove avviene la maggior parte delle transazioni di intento. La conoscenza approfondita del settore e la costruzione di modelli solidi richiedono tempo.

Problemi di centralizzazione
Se solo pochi grandi operatori monopolizzano il mercato dei solutori, ciò potrebbe portare a una centralizzazione, che va contro l’etica decentralizzata della blockchain. Inoltre, la concentrazione del potere in questi grandi operatori potrebbe aumentare il potenziale di comportamenti dannosi.

Conclusione: i servizi incentrati sull’intento rappresentano un’opzione promettente per semplificare e ottimizzare le transazioni blockchain?

L’ascesa del design incentrato sull’intento segna un cambiamento significativo nel mondo blockchain, introducendo un nuovo approccio al modo in cui gli utenti interagiscono con le criptovalute. Il concetto di esprimere l’intento e lasciare i dettagli dell’esecuzione ai risolutori offre efficienza e convenienza agli utenti che navigano nel mondo sempre più complesso delle criptovalute.

Le infrastrutture di intento, esemplificate da protocolli come Anoma, offrono una serie promettente di vantaggi, tra cui una migliore esperienza utente e una riduzione delle commissioni di transazione. Gli utenti possono articolare i loro obiettivi senza addentrarsi in passaggi complicati, snellendo i processi e risparmiando potenzialmente tempo e fatica.

È importante comprendere le sfide e gli svantaggi potenziali. Trovare un equilibrio tra l’efficienza operativa del risolutore e la tutela della privacy degli utenti è un compito delicato. Inoltre, le complessità tecniche nell’implementazione e le preoccupazioni sulla centralizzazione costituiscono ostacoli da valutare attentamente prima di adottare servizi incentrati sull’intento.

Svolgi la due diligence e conduci le tue ricerche

Tutti gli esempi menzionati in questo articolo hanno unicamente scopo informativo. Non dovresti interpretare queste informazioni o qualsiasi altra parte del contenuto come consulenza legale, fiscale, finanziaria, di investimento, sulla sicurezza informatica o di qualsiasi altro tipo. Niente di quanto contenuto in questo documento costituisce una sollecitazione, una raccomandazione, un’approvazione o un’offerta da parte di Crypto.com per investire, acquistare o vendere criptovalute, token o altri asset crypto. I rendimenti derivanti dall’acquisto e dalla vendita di criptovalute potrebbero essere soggetti a imposte, tra cui l’imposta sulle plusvalenze, del tuo Paese. Qualsiasi descrizione dei prodotti o delle funzionalità di Crypto.com ha unicamente scopo illustrativo e non costituisce un’approvazione, un invito o una sollecitazione.

Le prestazioni passate non costituiscono una garanzia né un indicatore delle prestazioni future. Il valore delle criptovalute può aumentare o diminuire, e c’è il rischio di perdere l’intero importo o una parte significativa dell’importo di acquisto. Quando valuti un asset crypto, è fondamentale condurre ricerche approfondite e svolgere la dovuta diligenza al fine di prendere la decisione migliore possibile, poiché ogni acquisto sarà di tua piena responsabilità.

Tag

Blockchain

Condividi con gli amici

Che aspetti a iniziare la tua avventura crypto?

Ottieni subito la guida dedicata alla configurazione dell'account Crypto.com

Cliccando il pulsante Inizia riconosci di aver letto l'Avviso sulla privacy di Crypto.com dove illustriamo come usiamo e proteggiamo i tuoi dati personali.
Mobile phone screen displaying total balance with Crypto.com App

Common Keywords: 

Ethereum / Dogecoin / Dapp / Tokens